womsh_cambiare_un_nuovo_modo_di_fare_le_cose
Sostenibilità

Cambiare: un nuovo modo di fare le cose

La moda porta novità, stile e funzionalità, fa sognare, permette di esprimersi, aiuta molte persone a comunicare fuori quello che sono dentro. 

Questa stessa industria che ha il cambiamento nel proprio DNA, tuttavia, contribuisce in modo significativo alle emissioni globali di gas serra, richiede un elevato consumo idrico, inquina le acque, produce ogni anno miliardi di tonnellate di rifiuti ed è in ritardo nel prendere provvedimenti ecologisti per contrastare questi effetti negativi sull’ambiente.

La moda e il cambiamento ecologico

I brand della moda non riusciranno a realizzare i sogni dei clienti e allo stesso tempo, contribuire al benessere della società e dell’ambiente se non cambiano il loro modo di pensare e fare business.

Lavorare come si è sempre lavorato non basterà, non sarà una strada percorribile nel lungo periodo se vogliamo fare il bene del settore e contemporaneamente il bene delle persone e dell’ambiente. 

L’industria dell’abbigliamento si trova di fronte a una radicale trasformazione. 

Le aziende dovranno ridurre il proprio impatto ecologico e cambiare sarà  un’opportunità per diventare brand migliori.

Innovazione per la sostenibilità

Per affrontare le sfide del futuro, l’industria dell’abbigliamento deve compiere azioni coraggiose in grado di generare cambiamenti radicali e favorire l’innovazione. 

Migliorare l’efficienza non basta. Il mondo necessita di un profondo cambiamento di sistema.

Alcuni marchi hanno individuato nuovi modelli di business per trasformare il settore in chiave ecologica. Al posto dell’approccio lineare (faccio, vendo, butto) hanno infatti adottato modelli di business circolari che prevedono la riduzione dei consumi, la riparazione, il riutilizzo e il riciclo, il miglioramento dei processi, l’utilizzo di materiali nuovi come le fibre sostenibili ad esempio.

I cambiamenti sono necessari

Non dobbiamo lasciarci convincere da chi ci dice che non cambierà mai nulla. Gli innovatori hanno sempre dovuto combattere contro lo scetticismo. I cambiamenti sono necessari e insiti nel concetto di vita.

Cambiare non significa rinunciare, vuol dire cercare un modo nuovo di fare le cose.

Dovremmo lasciare il mondo meglio di come lo abbiamo trovato.

Ed è qui la bellezza: per noi, che nel nostro piccolo cerchiamo di essere sempre più sostenibili, significa sentirsi partecipi del cambiamento e addirittura artefici.

Ci porta talmente tanta gioia farlo che ne abbiamo fatto un vero modo di lavorare: anche il nostro payoff #choosethechange lo racconta. Le persone che pensano che si possa cambiare il mondo, in fondo, lo stanno già facendo.