moda_sostenibile_nuovo_paradigma
Filosofia

La moda sostenibile: un nuovo paradigma

Come si può parlare di moda sostenibile?

La moda ce l’ha nel DNA la propensione al cambiamento. La moda è quel settore in cui i tempi sono dettati da 2 collezioni annuali (primavera-estate, autunno-inverno), in cui si butta via con molta facilità il semi nuovo per fare posto al nuovo.

In un settore del genere la sostenibilità è sicuramente una sfida e i suoi risultati possono essere sorprendenti. Una moda sostenibile si può fare: quello che poteva essere fino a qualche anno fa un mercato di nicchia oggi non lo è più. La moda può e deve svolgere un ruolo vitale nella realizzazione di un futuro sostenibile e fare da traino perfino ad altri tipi di mercato.

La moda sostenibile oggi è una realtà e una scelta che sempre più aziende hanno deciso di abbracciare: ti raccontiamo come lo stiamo facendo noi.

Womsh: la scarpa che ha qualcosa da dire  

Womsh è la scarpa passaparola, è l’acronimo di Word of Mouth Shoes. Ci chiamiamo così perché abbiamo un messaggio importante da condividere. Quale? Abbiamo solo un pianeta da abitare e dobbiamo fare di tutto per preservare quello che di buono c’è.

Come azienda abbiamo deciso di non rinunciare alla parte ludica ed estetica del nostro prodotto: facciamo scarpe belle e il nostro sforzo quotidiano è teso a farne sempre di più belle provando però a cambiare i soliti paradigmi di produzione, distribuzione e comunicazione.

L’impatto zero non esiste  

L’impatto zero non esiste, già. La sola scarpa che non impatta sull’ambiente è quella che non compri. Sappiamo però che si possono fare le cose diversamente: progettare, realizzare, vendere e occuparci del post vendita in modo che le nostre azioni siano sostenibili. Come? Con l’attenzione e l’azione. Abbiamo fatto calcolare per esempio l’impatto che ha sull’ambiente la produzione di una nostra scarpa: abbiamo chiesto a un’azienda specializzata in questo, di calcolare la C02 che viene rilasciata dal ciclo produttivo di una nostra sneakers. Una volta saputo, ci siamo organizzati per piantare tanti alberi quanti servono per compensare il valore di C02: prendiamo ma restituiamo anche.

Non solo.

Attuiamo una serie di accorgimenti che ci aiutano a tenere più basse possibili le conseguenze degli effetti sulla terra: utilizziamo materiali di riciclo e di recupero, a concia bianca, produciamo scarpe vegane che hanno un minore impatto a livello ecologico.

Non solo, due.

Ci impegniamo perché la sostenibilità non sia solo ecologica (i nostri prodotti non devono attraversare gli oceani per arrivare nel nostro mercato di riferimento) ma anche economica e sociale: garantiamo ai nostri dipendenti condizioni di benessere, luoghi di lavoro salubri e sereni, salari equi e più che dignitosi per mantenere le loro famiglie.

Quello che noi portiamo avanti è questo paradigma che contiene gli elementi del rispetto dell’uomo e della tutela dell’ambiente. Non possiamo chiederti un acquisto più consapevole e più etico se per primi noi non siamo in grado di garantirti un processo di produzione più consapevole e più etico.

Allora è questo che facciamo: ogni giorno la nostra parte.

No Comments

    Leave a Reply